Serie C Volley

19.03.17 Angelico si difende con le unghie e con i denti

ANGELICO TEAMVOLLEY – OLEGGIO 3-2 (25-16, 25-27, 25-15, 15-25, 15-12)

Tabellino: Daffara 5, Bojanic 17, Gualinetti L. 17, Diego 15, Sevarin n.e, Silvestrini 0, Tortora L2, Angelillo L1, Vineis 9, Mamino 1, Salono 7. N.e. Roà, Gualinetti M 0. All. Simone Marangio.

L’Angelico porta a casa una preziosissima vittoria sulla strada verso i play off. Nella ventesima giornata di serie C l’Angelico TeamVolley supera per 3-2 (25-16, 25-27, 25-15, 15-25, 15-12) l’Oleggio.

Il tecnico delle biellesi inizia la sfida schierando Daffara in palleggio con diagonale Bojanic; Gualinetti e Diego sono le bande, mentre al centro si piazzano Vineis e Salono, con Angelillo libero. La partita inizia bene per le padrone di casa (3-0, 5-2) costringendo coach Adami a fermare subito il gioco. L’Angelico ne esce con l’ace di Daffara, ma è tutta la squadra ad essere partita a mille e il muro di Diego stampa il 10-3 in una bolgia infernale (grande tifo sugli spalti, con un piccolo, ma molto acceso e munito di tamburi, gruppo di supporter novaresi). Dal centro Vineis fa male alle ospiti (17-7).  Oleggio ha un moto d’orgoglio e reagisce incamerando cinque punti consecutivi, ma questo TeamVolley è molto determinato e il tocco di Gualinetti ridà un po’ di ossigeno (21-15). Una grande Diego prima in difesa, quindi a muro e poi in attacco porta gli ultimi punti all’Angelico che chiude 25-16 dopo 22 minuti.

Oleggio, che in questa stagione ha già saputo reinventarsi dopo l’addio di un paio di giocatrici e dell’allenatore, stringe i denti (4-4), trascinato da un’ottima Rega: l’opposto continua a mettere giù palloni con continuità, tenendo avanti le ospiti (7-9, poi 11-12). Sul 13-15, stante l’infortunio di Vodopi, si vede per la prima volta in stagione in serie C Margherita Gualinetti, in campo con Silvestrini, per un doppio cambio palleggio-opposto. L’ex capitana dimostra di non essere arrugginita (anche se fino a quel momento Daffara non aveva assolutamente demeritato). Qualche errore di troppo rischia di costare caro alla capolista (15-18) e time out inevitabile da parte di coach Marangio. Sul 16-20 nuovo stop e sull’ennesimo errore in ricezione l’Angelico torna sull’asse Daffara-Bojanic. Sevarin va in battuta con 4 punti da recuperare e due li porta a casa. Bojanic sigla il 20-22, poi è Diego a dare il -1. Ma la frazione è segnata: Oleggio infila tre punti e va a set point, ma tutti e tre sono annullati dalle biancoblù. ‘Leti’ Gualinetti, fino a quel momento per lei luci ed ombre, piazza un monumentale muro a uno. Il quarto set point per le novaresi è quello buono: la palla battuta da Quaglino si accomoda sulla rete e ricade nel campo dell’Angelico, per il più beffardo degli ace: finisce 25-27 dopo 28 minuti molto intensi.

Bojanic inizia in maniera positiva il terzo set, ma è quasi sempre Diego l’ago della bilancia in casa TeamVolley: quando la sua intensità trascina le compagne, per l’Angelico è musica (6-2, 9-5). Bojanic continua a martellare (14-9), assecondata da Vineis e se pur con qualche fatica le biancoblù allungano (20-14). Entra in campo Mamino (per Gualinetti) giusto in tempo per contribuire al 25-15 dopo 20’.

Le padrone di casa mantengono lo stesso assetto iniziale e anche la spinta non muta (9-6). Oleggio però non è tornata seconda per caso e non si arrende, anzi le novaresi tornano avanti (9-10). Marangio rimette in campo Margherita Gualinetti e Silvestrini e subito dopo dà spazio anche a Mamino (per Gualinetti L.) ma l’Oleggio piazza un nuovo parziale e vola sull’11-16. I cambi non sortiscono alcun effetto e ora è Oleggio, galvanizzata e trascinata da Bottino, a non sbagliare più nulla. Si va così al tie-break, il settimo stagionale per l’Angelico (15-25 in 26 minuti).

Gualinetti inizia con un servizio vincente, ma poi Larossa la ripaga con la stessa moneta. L’equilibrio sembra non spezzarsi mai (8-8), poi Oleggio prende due punti di vantaggio sul 10-12, ma Diego pareggia, A quel punto è il servizio di Vineis a fare la differenza e regalare due match point alle padrone di casa, che chiudono set e incontro.

IL COMMENTO DI ALESSIA DIEGO

«Fisicamente ci sono e aver giocato tutta la partita, senza cambi, non è stato un problema – dice la schiacciatrice biancoblù -. Siamo andate un po’ giù di testa nel quarto set, non riuscendo a riprenderle. Però siamo veramente contente: eravamo tanto cariche e sono due punti importanti. All’andata avevamo perso al tie-break: non dobbiamo mai accontentarci e le soddisfazioni stanno arrivando. Dovevamo riscattarci dopo la brutta partita di otto giorni fa. La ricezione? Mi carico nella fase difensiva e spero di migliorare ancora».

 

IL COMMENTO DEL TECNICO SIMONE MARANGIO

«Sono due punti importanti – afferma Simone Marangio -. Oleggio è venuto a Lessona con l’obiettivo di vincere, ma le ragazze sono state brave, perché nella fase di contrattacco le novaresi sanno fare molto male. La battuta è stato il termometro di questa sfida: noi eravamo pronti, preparati e questo successo ha un grande valore nella corsa play off»

Rispondi