Serie C Volley

06.05.18 bonprix da spettacolo

BONPRIX TEAMVOLLEY – OVADA 3-0 (27-25, 25-17, 25-21)

Tabellino: Gualinetti M. 3, Bojanic 9, Silvestrini 12, Salono 9, Zacchi 9, Peracino 0, Daffara n.e., Civra Dano 1, Nazzi 0, Gualinetti  L. 13, Rastello L1, Cimma L2. All. Simone Marangio.

La ventunesima vittoria stagionale non è bastata per raggiungere il primo posto del girone B. Il 3-0 (parziali a 25, 17 e 21) rifilato ad un volitivo Ovada (che a fine partita potrà gioire per aver comunque evitato i play out) promuove la Bonprix TeamVolley al secondo posto: un risultato meritato, soprattutto considerando il girone di ritorno, quasi perfetto, delle biancoblù. All’ultima partita della regular season ha assistito anche il main sponsor del team di serie C Stephan Elsner, direttore generale di bonprix Italia.

Coach Marangio inizia l’incontro mandando in campo Margherita Gualinetti al palleggio con Bojanic in diagonale, Silvestrini e Letizia Gualinetti di banda, al centro Salono e Zacchi; mentre nel ruolo di libero hanno giostrato Rastello e Cimma. Partenza sprint per le padrone di casa: 4-0 sul ficcante servizio di Titta Gualinetti. Sull’8-2 coach Ceriotti è già costretto a fermare il gioco, ma l’inerzia non cambia (15-4). Per la bonprix non è certo l’ultima partita della stagione e la concentrazione delle biancoblù resta elevata (19-9), quando entra Nazzi per Salono. Ovada alza l’efficacia in battuta e piazza un ‘parzialino’ da 4-0, costringendo questa volta Marangio a chiamare time out sul 19-13. Subito dopo entra al servizio Civra Dano, ma Ovada è trascinata dalle schiacciate di Fossati (20-15). Ora la sfida è decisamente equilibrata e Marangio rimette in prima linea Salono. La palla sembra non voler più ricadere nella metà campo ospite: poi arriva il muro out sull’attacco di Bojanic e l’errore di Ovada (22-17) che ridà fiato alle cossatesi. La parallela di Silvestrini è vanificata dal nastro fortunato di Ovada (23-21), quando Peracino entra per Bojanic. Ma è la battuta la chiave di volta del set, con Ovada che pareggia per la prima volta a quota 23. Il set point arriva grazie alla veloce chiusa da Zacchi, ma poi è la stessa centrale a mettere out l’attacco (24-25). Dopo 30 minuti, gli ultimi di grande sofferenza, il TeamVolley chiude la frazione 27-25 grazie al muro a uno di Salono.

L’inizio del secondo set resta equilibrato (6-5), con alcuni errori da ambo le parti e fasi di gioco lunghe ed estenuanti. Da palla alta e staccata il TeamVolley fa decisamente più fatica delle avversarie, ma ha però il pregio di non perdere la pazienza. Salono costruisce un piccolo break (15-11), che il tecnico di Ovada prova ad arrestare chiamando time out. Sul 18-13 Civra Dano rientra in battuta, con Ovada che cerca il nuovo recupero (18-15), ma è stoppato dal mani e fuori di Silvestrini. Con qualche patema in meno bonprix arriva al set point (24-17), subito trasformato per il 25-17 finale.

Marangio rimane fedele al sestetto di partenza, anche perché Ovada non molla nulla, avendo bisogno di punti. Le alessandrine ci provano: 4-6, poi 5-8, quando il coach del TeamVolley ferma il gioco. La bonprix ne esce con l’attacco vincente di Silvestrini e torna avanti grazie all’ottimo turno in battuta del numero 4 biellese, autrice anche di un ace. Ma Ovada resta attaccata (14-12) e si riporta avanti (15-17) con Marangio costretto a chiedere il suo secondo stop. All’Ovada riescono incredibili recuperi difensivi, ma anche Rastello e Cimma ci mettono tutta la grinta necessaria per recuperare palloni. Nuova parità a quota 19 e a 21 (mani e fuori di Silvestrini), quindi la battuta di Civra Dano e l’attacco di Zacchi fruttano tre match point. Basta il primo per chiudere 25-21. Ora è già tempo di play off.

La prima sfida della seconda fase è in calendario sabato 12 maggio quando bonprix ospiterà a Lessona l’Ascot Lasalliano (peggior terza dei due gironi). La seconda sfida, ancora in casa, è in calendario mercoledì 16, quando Gualinetti e compagne riceveranno la visita del Novi (miglior terza). Terza gara sabato 19 in casa dell’Almese, che ha chiuso il girone A seconda con 63 punti, uno in più di quelli raccolti dalle biancoblù.

 

L’ANALISI DI COACH SIMONE MARANGIO

«Un secondo posto ottimo e meritato. Abbiamo cullato un sogno, ma anche arrivare dietro a San Paolo non toglie i meriti di questo gruppo, che nel girone di ritorno ha fatto grandi cose. L’aspetto positivo è che abbiamo giocato con tanto carattere e determinazione: potevamo anche perdere senza compromettere la seconda posizione ed era facile mollare un po’ la presa. Invece le ragazze hanno dato un ottimo segnale. Adesso avremo la possibilità di giocare le prime due sfide in casa e cercheremo di far valere il fattore campo».

L’ANALISI DELLA PALLEGGIATRICE MARGHERITA GUALINETTI

«A inizio anno questo gruppo doveva costruirsi. Non c’era un obiettivo così importante e i play off non erano presi in considerazione. Siamo orgogliose di questo risultato. Siamo arrivate all’ultima partita un po’ scariche: alla fine abbiamo vinto e ai play off avremo un’altra testa e una grinta diversa. La fame di sicuro non ci è passata. Nel girone di ritorno pesa la sconfitta di Alba, ma San Paolo è stata più regolare. Adesso ce la giocheremo alla morte».

L’ANALISI DELLA CENTTRALE BIBA SALONO

«Sapevamo di dover fare il nostro gioco, senza adattarci al loro. Appena caliamo andiamo un po’ in difficoltà e la battuta ci ha creato qualche fastidio. Una volta capito il loro sistema e messa a punto la ricezione le cose sono andate meglio. E’ stato un buon fine campionato. Speravamo in un regalino dell’Union, ma San Paolo ha dimostrato di meritarsi questo posto. Adesso tocca a noi. Per il terzo anno consecutivo andiamo ai play off: all’inizio siamo partite con troppi alti e bassi e certo non mi sarei aspettata una tale crescita del nostro gruppo. Ci abbiamo messo tanto impegno e cuore. Siamo cariche, nonostante a fine stagione un po’ di stanchezza si senta».

Rispondi