29.01.17 Angelico resta sul treno

29.01.17 Angelico resta sul treno

ANGELICO TEAMVOLLEY – LA FOLGORE 3-1 (25-23, 25-21, 21-25, 25-15)

Tabellino: Vodopi 2, Bojanic 0, Gualinetti 19, Diego 17, Sevarin 0, Silvestrini 9, Tortora L1, Angelillo L2, Vineis 6, Roà 0, Daffara 1, Mamino 0, Salono 6. All. Simone Marangio.

Coach Marangio inizia la sfida schierando Vodopi in palleggio con diagonale Silvestrini; Gualinetti e Diego sono le bande, mentre al centro si piazzano Vineis e Salono, con Angelillo libero (in alternanza con Tortora). La Folgore inizia con un pallonetto vincente, seguito dagli errori di Silvestrini e poi Angelillo in ricezione. Il fischio per l’invasione di Vineis regala il quarto punto alle ospiti e sullo 0-5 coach Marangio è costretto a fermare immediatamente il gioco. Vineis porta il primo punto all’Angelico. L’inizio però è decisamente sofferto (3-9) e solo dal centro arrivano i punti (9-13). Quando Diego entra nel match le padrone di casa paiono avere una scossa, alimentata dal turno in battuta di Roà, come sempre efficace in questo frangente del gioco, tanto di ricucire il gap e pareggiare a quota 13. Arriva così anche il primo vantaggio Angelico grazie ad un muro a due, seguito dal tocco vincente di Gualinetti (17-15). L’equilibrio non si spezza (entra Sevarin per Salono), poi sul 19-21 Daffara avvicenda Vodopi e dal suo servizio scaturisce l’ennesima parità. Finisce grazie al muro di Silvestrini: 25-23 dopo 25 minuti un po’ altalenanti.

Sevarin inizia al posto di Salono il secondo set in cui la percentuale di errori dell’Angelico sembra non diminuire. Diego sfodera buoni attacchi (7-4) e le biancoblù allungano (15-9). Daffara viene rigettata nella mischia (18-12), poi c’è spazio anche per Mamino, ma le torinesi tornano a farsi sotto (19-16), fino al -1 (21-20). L’Angelico però non molla e si porta sul 2-0 (25-21) dopo 55 minuti.

La Folgore avanti nelle battute iniziali del terzo set (2-4), ma ben presto rimontata (7-5). Diego resta carica ed esplosiva (10-9), malgrado un andamento sempre un po’ troppo altalenante. Doppio cambio con Daffara e Bojanic (out Vodopi e Silvestrini). La battuta di Roà crea sempre qualche problema alla ricezione ospite, ma le torinesi non mollano (14-16) e l’Angelico va in difficoltà in ricezione (15-19). Malgrado qualche ‘pasticcio’ nella gestione dei cambi le biancoblù sono lì (19-21): ma l’ennesimo errore galvanizza La Folgore, che accorcia le distanze (21-25).

Memori degli errori precedenti le cossatesi spingono subito (5-0) e la reazione al set perso è veemente (9-3). Il muro torna ad essere di grande qualità (14-5) e la partita finisce senza ulteriori patimenti (25-15)

 

ANALISI DELLA PALLEGGIATRICE VODOPI

«Non siamo partite bene – racconta Vodopi -. In settimana gli allenamenti sono stati un po’ blandi e non eravamo mai tutte. Ma non deve essere una scusa: sembrava di essere tornati a qualche partita addietro. Per il resto si è visto che sappiamo fare qualche cosa. Adesso inizia la salita e dobbiamo essere più attente e determinate. A muro all’inizio facevamo fatica a capire dove posizionarci, ma alla fine le cose hanno funzionato, forse complice un loro calo. Le centrali? In certi momenti ho preferito giocare aprendo, perché loro erano molto strette. Ci teniamo la vittoria, sapendo che dobbiamo mantenere questa posizione in classifica lavorando ancora più sodo in palestra perché dobbiamo dimostrare che quanto fatto finora ce lo meritiamo».

 

Condividi sui Social

Lascia un commento