03.12.17 bonprix da oscar

03.12.17 bonprix da oscar

BONPRIX TEAMVOLLEY – L’ALBA VOLLEY 3-1 (25-27, 25-16, 30-28, 25-18)

Gualinetti M. 2, Bojanic n.e., Salono 5, Zacchi 17, Gualinetti L.17 , Silvestrini 1, Nazzi 1, Peracino 20, Civra Dano 9, Daffara 5, Rastello L1, Cimma L2. All. Simone Marangio.

Il bonprix TeamVolley ottiene una preziosa vittoria a spese dell’Alba Volley, arrivata a Lessona con solo nove giocatrici a referto. Le biancoblù s’impongono con il punteggio di 3-1 (25-27, 25-16, 30-28, 25-18), al termine di un match ricco di colpi di scena. Ottima la reazione delle biancoblù, ma una nota di merito supplementare per Peracino, in serata di grazia e Civra Dano.

Dopo due settimane d’assenza per via dell’infortunio, capitan Margherita Gualinetti riprende il suo posto in cabina di regia con Peracino opposto, Silvestrini e Letizia Gualinetti di banda, al centro Salono e Zacchi; mentre nel ruolo di libero si alternano Rastello e Cimma. Peracino è subito sotto pressione (1-4) e sul quinto punto consecutivo delle ospiti, coach Marangio deve subito fermare il gioco. La risposta arriva da Letizia Gualinetti, la cui parallela è vincente. Peracino si riprende e piazza due buoni attacchi (6-8). Le due squadre avanzano parallele (11-13), poi le biancoblù sfruttano il servizio di Titta Gualinetti per ritrovare la parità a quota 13. Il muro a uno di Silvestrini porta al primo vantaggio di bonprix (16-15), ma la sfida resta in bilico (nuovo pari a 18). Le biellesi sfruttano bene due contrattacchi e salgono 21-19. Due errori in battuta tengono a galla le ospiti, che pareggiano a 23 (time out Marangio). Il primo set point però è per L’alba Volley, salvato splendidamente da Leti Gualinetti, poi è una precisa Peracino a ribaltare le sorti. Ma non basta perché le cuneesi si difendono e dopo 30 minuti chiudono 25-27.

Gualinetti apre il secondo set con un attacco centrale, ma bonprix continua a fare tanta fatica (3-6). Sul 6-8 entra Civra Dano (per Silvestrini), ma il piccolo gap resta (10-12). Troppi gi errori in battuta del TeamVolley, che prova la carta Daffara. La giovane palleggiatrice mette in palla i centrali e bonprix va avanti (15-13), costringendo l’allenatore Salomone a fermare due volte il gioco (17-13) nello spazio di un minuto. Il muro di Zacchi (19-13) mette definitivamente anche in ‘palla’ il pubblico che spinge le sue ragazze al pareggio, che arriva dopo 25 minuti (25-16).

Daffara e Civra Dano restano in campo ed è subito l’alzatrice a piazzare un ace in battuta. L’inizio resta equilibrato, con fasi alterne di buon gioco e qualche errore gratuito da ambo i lati (12-12). Sul 15-16 fa il suo ingresso in campo Nazzi (per Zacchi) e la sua battuta frutta diversi punti (20-17). Sul 21-20 rientra Titta Gualinetti, ma è Peracino a portare a casa due punti fondamentali (23-20). bonprix ha quattro set point (sul 24-22 rientra Silvestrini e Marangio chiama time-out), ma non li sfrutta. Civra Dano (appena rientrata) annulla a sua volta il primo set point ospite. Dopo tanta sofferenza finisce 30-28 in 36 minuti.

L’equilibrio resta un fattore anche all’inizio della quarta frazione (10-10), quando bonprix riesce a prendere un po’ di slancio (14-11, poi 17-12 e 21-15), ispirato da un’ottima Peracino. Arrivano tre punti sofferti, ma alla fine meritati.

L’ANALISI DI COACH SIMONE MARANGIO

«Peracino è stata strepitosa, ma è stato un successo frutto del lavoro dell’intero collettivo, dove tutte hanno dato un grande contributo. La stessa Nazzi nel terzo set ha dato fiato a Zacchi e si è messa in mostra in battuta. Civra Dano ha fatto bene: deve crescere, ma sono contento. I quattro set point vanificati? Avevano davanti una squadra di valore e tornare a vincere era molto importante. Spero che questo risultato sia un’iniezione di fiducia per la squadra: ci voleva ed è frutto della voglia e determinazione delle ragazze».

L’ANALISI DI MARTA PERACINO

«Sapevamo di affrontare una squadra forte, che ci aveva battute in Coppa. Nel primo set abbiamo combattuto, ma ci è mancato un pizzico di coraggio. Poi siamo state brave a sbagliare meno rispetto alle altre partite. All’inizio ho fatto un paio d’errori, poi sono entrata in partita e la sfida è girata. Siamo state brave anche a muro, contenendole».

 L’ANALISI DI ELEONORA CIVRA DANO

«Dobbiamo trovare un po’ di equilibrio: diverse siamo salite dalla D. In questo turno siamo rimaste molto unite, a volte questa dote era venuta un pizzico a mancare. Senza farci intimorire né abbattere dopo aver perso il primo set abbiamo continuato a giocare. Le abbiamo bloccate bene, sfruttando le occasioni. Forse ci hanno un po’ sottovalutate. Possiamo fare tanto in questo campionato: sabato ho giocato tanto e sono soddisfatta per la mia prestazione».

 

Condividi sui Social

Lascia un commento