25.04.18 Ragazze Credeteci !!!!

25.04.18 Ragazze Credeteci !!!!

BONPRIX TEAMVOLLEY – SAN PAOLO 3-0 (25-23, 25-12, 25-21)

Tabellino: Gualinetti M. 3, Bojanic 11, Silvestrini 6, Salono 9, Zacchi 9, Peracino 1, Daffara 1, Civra Dano 0, Nazzi 1, Gualinetti  L. 15, Rastello L1, Cimma L2. All. Simone Marangio.

Una partita spettacolare. Il primo inaspettato caldo stagionale non scioglie la bonprix TeamVolley che si regala una serata da incorniciare. A cadere sotto i precisi colpi delle biancoblù è la capolista San Paolo, annichilita 3-0 (parziali a 23, 12 e 21). Con questo successo, che proietta le biellesi a -2 dalla vetta, il secondo posto e i play off sono blindati. Coach Marangio inizia l’incontro mandando in campo Margherita Gualinetti al palleggio con Bojanic in diagonale, Silvestrini e Letizia Gualinetti di banda, al centro Salono e Zacchi; mentre nel ruolo di libero hanno giostrato Rastello e Cimma.

Sospinta da un buon pubblico, partecipe e ‘armato’ di tamburi e trombette, le padrone di casa partono subito forte: 5-0 (battuta di Titta Gualinetti). Ma San Paolo non è certo capolista per caso e presa per mano da Mastandrea (opposta mancina molto potente) e Parola si riavvicina (6-4), poi pareggia a quota 10, annullando il gap iniziale e infine passa per la prima volta in vantaggio subito dopo. La sfida è equilibrata e le fasi di contrattacco lunghe e lottate, vissute a pieni decibel da una palestra di Lessona che è andata riempiendosi. Le biancoblù salgono 16-13, poi sul 17-15 si porta in battuta Civra Dano. Zacchi mette a frutto la sua esperienza e bonprix sale 19-15, ma il set resta apertissimo, con le torinesi di nuovo agganciate a quota 20, quando arriva il time out di coach Marangio. Leti Gualinetti non si tira indietro e piazza il 22-21 (rientra in campo Salono per Civra Dano), mentre è Salono a regalare due set point (24-22). Il primo lo salva Parola, poi è l’errore in battuta della palleggiatrice Bosco a regalare il primo set al TeamVolley: finisce 25-23 dopo 27 minuti appassionanti.

Sul piano della potenza pura alle torinesi non manca nulla e all’inizio della seconda frazione San Paolo prova a spingere a tutta (2-4). Ma questo TeamVolley nel girone di ritorno è cresciuto esponenzialmente e le difficoltà che qualche mese fa mandavano in tilt le giovani biancoblù ora sono vissute in maniera diversa. Da palla alta Leti Gualinetti continua ad essere una sentenza (8-7), ma è la sorella maggiore ad essere in gran spolvero, innescando a turno tutte le sue bocche da fuoco  e soprattutto battendo con grande efficacia (10-7). Sul 12-8 un adirato Stefano Di Martino, tecnico delle ospiti, ferma il gioco, ma sono ancora Leti Gualinetti, Zacchi e il mani e fuori di Silvestrini a punire la sua squadra (16-9). Sul 17-12 entra Peracino, che in battuta si rivela efficace (20-12, quando una Zacchi apparsa ringiovanita di dieci anni lascia il posto a Nazzi). Frastornata e colpita duro la capolista cede in 22 minuti raccogliendo solo 12 punti.

Formazione inalterata per il TeamVolley, mentre nel San Paolo Mastrandrea prova a caricare le compagne (5-4). Ma i muri di Zacchi fanno male al morale, anche se le torinesi vogliono dare un senso alla loro serata e pareggiano a quota sette. La frazione torna a essere combattuta e vibrante. Sul 12-9 ancora time out ospite, ma ora le ospiti sono diventate estremamente fallose in battuta, mentre la bonprix martella (15-10 sull’attacco vincente di Silvestrini). Il palazzetto pare crollare sulla ribattuta vincente di Titta Gualinetti (16-11). Entra Nazzi per una strepitosa Zacchi e Civra Dano, ma tutto il TeamVolley vola sulle ali dell’entusiasmo (18-12). San Paolo lotta e porta a casa tre punti che costringono coach Marangio allo stop. Dal time out le biancoblù ne escono con due schiacciate di Leti Gualinetti e sul 20-16 entra in battuta Daffara, che ottiene tre punti. Sul 24-17 un attimo di timore, scacciato da Biba Salono. Finisce una grande serata per il TeamVolley, che in  27 minuti chiude set (a 21) e partita.

L’ANALISI DI COACH SIMONE MARANGIO

«Le abbiamo superate sotto tutti i punti di vista: questo successo non vale tre punti, ma dieci. A livello morale ci deve dare ancora più sicurezza di quali possono essere i nostri mezzi. Rimaniamo però con i piedi per terra: abbiamo raggiunto il primo obiettivo (i play off, ndr) con un girone di ritorno strepitoso e meritiamo le prime due posizioni. Ci siamo adattati bene, senza mai calare l’attenzione anche nei momenti dei cambi. Sono doppiamente soddisfatto, anche per aver finito con Daffara e Nazzi in campo. Sono sempre stato sicuro del loro contributo: c’è chi parte dalla panchina, devo fare delle scelte, ma so di poter contare su un gruppo di valore ed è giusto che tutte possano trovare spazio. Il primo posto? Non dobbiamo perdere questa intensità, andiamo avanti, non dipenderà solo da noi: la nostra forza si dovrà vedere nell’approccio alle prossime due partite, dove dovremo fare sei punti. Poi faremo i conti».

 

L’ANALISI DI DANIELA ZACCHI

«Abbiamo sbagliato davvero poco. Ho ancora l’adrenalina a mille. Volevano riscattare l’andata, ma ora abbiamo una testa e un atteggiamento differenti. Sappiamo che ci dobbiamo preparare per la seconda fase e ci crediamo sempre di più. Tutti i muri che in settimana non venivano stasera sono andati».

L’ANALISI DI LETI GUALINETTI

«Una serata fantastica. Una grande emozione: lo sport ci ha regalato tanto: in settimana ci siamo allenate a mille, il caldo non ci ha fermato e nemmeno la capolista. Abbiamo fatto quattro allenamenti, anche duri, ma ci abbiamo creduto. Adesso ci siamo e ci facciamo sentire. Ci tenevamo a togliere le loro sicurezze: adesso dovranno ancora sudare per il primo posto».

Condividi sui Social

Lascia un commento