17.02.19 bonprix nn sfrutta il 2-0 e viene sconfitta

17.02.19 bonprix nn sfrutta il 2-0 e viene sconfitta

RIVAROLO VOLLEY – BONPRIX TEAMVOLLEY 3-2

Parziali: 24- 26, 22-25, 25-19, 25-20, 15-9

Tabellino: Tortora 0, Silvestrini 9, Peracino 5, Campana 0, Daffara 2, Abbiate 4, Rastello L1, Zacchi 14, Salono n.e, Nazzi 14, Marra 4, Cimma L2, Bazzani 4. All. Preziosa. 2° All. Chauviere. Dir: Spagnolo.

Tra bonprix TeamVolley e Rivarolo sembra che la costante sia il tie-break. All’andata le cossatesi s’imposero al quinto set, annullando una serie infinita di match alle rivali; sabato sera le torinesi hanno reso pan per focaccia alle biancoblù che, avanti di due set a zero si sono fatte riprendere e poi superare nel finale. E’ finita 3-2 (24- 26, 22-25, 25-19, 25-20, 15-9) per le padrone di casa. Coach Preziosa inizia la partita con Daffara in cabina di regia e Bazzani opposto, Marra e Silvestrini di banda, Nazzi e Zacchi al centro, Rastello e Cimma per la solita alternanza dei due liberi.

La bonprix è uscita bene dai blocchi di partenza (7-8, 15-16), è brava a recuperare nella fase finale del primo set (21-17), per chiudere meritatamente ai vantaggi. Nella seconda frazione le cose continuano a girare al meglio per le ospiti (4-8, 14-16) che mantengono sempre qualche punto di vantaggio, portandosi sullo 0-2. Nel terzo Rivarolo cambia marcia: Preziosa prova a inserire Peracino e nel corso del set entrano pure Abbiate e Campana, ma le torinesi sono sempre avanti (8-5, 16-12, 21-17) e accorciano le distanze. Il quarto set è punto a punto fino al 21-19, dove Rivarolo sfrutta le occasioni e allunga la sfida al tie-break. Nel quinto set dal 10-8 un parziale di 5-1 chiude la pratica a favore delle padrone di casa.

 

ANALISI DEL COACH FABRIZIO PREZIOSA

«Eravamo avanti 2-0 pur non giocando benissimo, ma lavorando tutte insieme. Nel terzo abbiamo avuto un pizzico di sufficienza e nel momento importante le avversarie sono scappate. Il problema è stato il quarto set, che ci ha visto infilare un bel parziale di 7-1 ed eravamo 15-18, ma è arrivata una battuta sbagliata che ha compromesso le cose e nel tie-break non c’è stata storia. Sono tornato a fare tanti cambi con le attaccanti da palla alta perché non avevo certezze e abbiamo anche pagato un po’ la ricezione non ottimale. Dovevamo essere più bravi in certi frangenti e avere più lucidità».

 

 

 

Condividi sui Social

Lascia un commento